Privacy e didattica a distanza: le precisazioni dell’Autorità Garante

//Privacy e didattica a distanza: le precisazioni dell’Autorità Garante

Privacy e didattica a distanza: le precisazioni dell’Autorità Garante

Nell’era emergenziale del Coronavirus, con scuole e formazione di ogni ordine e grado sospesa, la didattica a distanza assume un ruolo cruciale per portare a termine percorsi di studi, obbligatori e non.

Sulla questione, tuttavia, e sul trattamento dei dati dei beneficiari delle azioni di didattica molti dubbi sono stati sollevati in merito alla questione “privacy”. Su questo è arrivata la precisazione dell’Autorità Garante che chiarisce dubbi comuni.

Nel provvedimento del 26 marzo 2020 -Nota istituzionale del Presidente del Garante, Antonello Soro, alla Signora Ministro dell’Istruzione, al Signor Ministro dell’Università e della ricerca e alla Signora Ministro per le pari opportunità e la famiglia in tema di didattica a distanza – dal titolo “Coronavirus: didattica on line, dal Garante privacy prime istruzioni per l’uso” viene specificato l’aspetto dei consensi da parte di genitori di figli minori e il rapporto tra istituti scolastici e fornitore di servizi (piattaforme per la didattica ecc).

Di seguito il LINK ALLA NOTA DEL GARANTE

By |2020-04-03T09:29:10+00:00aprile 3rd, 2020|News|Commenti disabilitati su Privacy e didattica a distanza: le precisazioni dell’Autorità Garante